capo-cacc-2310217_1280

La Sardegna è uno dei più bei pezzi di terra che la nostra penisola possa offrire. Un entroterra selvaggio e indomito, stracolmo di foreste appartenenti alla macchia mediterranea, chilometri e chilometri di coste, costituite sia di rocce, sia di finissima sabbia, ed un mare mozzafiato.Quest’isola è una gemma incastonata al centro del Mar Mediterraneo e, per questo, i suoi abitanti sono, da sempre, abituati ad accogliere viandanti provenienti da ogni parte del mondo. Fin dai tempi dei romani, infatti, essa era uno scalo obbligatorio per la maggior parte delle rotte commerciali. Questa forte connotazione non ha fatto altro che forgiare il suo popolo, fatto di veri lupi di mare e di pastori legati alla genuina tradizione del territorio.Una terra passionale, ricca di cultura e di usanze, pronta ad accogliere i turisti per trascinarli nel loro tipico folklore, in una giravolta di sapori e costumi da lasciare senza fiato. Il mare a nord dell’isola: tra natura e movida Il vero punto di forza della Sardegna è il mare, e non potrebbe essere altrimenti. Dalle Bocche di Bonifacio all’arcipelago della Maddalena a poche miglia di distanza dalla Corsica: il tratto di mare più selvaggio è decisamente nel lato nord dell’isola. Cala Granara e Cala Corsara, due lembi di finissima sabbia che si tuffano in acqua, meritano senza ombra di dubbio di essere visitate almeno una volta nella vita, ed anche la celeberrima Caprera appartiene a questo tratto di mare. Menzione ab honoremLeggi altro →

stralsund-817507_1280

STRALSUND LA CITTA GOTICA DI MATTONI SULLE RIVE DEL BALTICO Fondata nel 1234, Starlsund ha raggiunto il culmine della sua potenza durante il periodo della Lega Anseatica. Indebolita dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, oggi la città risplende in tutta la sua bellezza, tanto da essere patrimonio dell’UNESCO. Mare cristallino, cielo limpido, architettura gotico-baltica ed infrastrutture perfettamente funzionanti. Come non innamorarsi di Starlsund? La città, sita nel Land tedesco del Meclemburgo-Pomerania Anteriore, immette direttamente nell’isola di Rügen, attraverso uno stretto del Mar Baltico, ed è perciò chiamata la Porta di Rügen. Stralsund è però legata a Rügen da radici ben più profonde, che affondano nella storia: furono infatti dei coloni slavi di Rügen a fondarla nel 1234, volendo sfruttare la sua ubicazione favorevole. A partire dal 1239, la città interconnesse i suoi interessi a quelli della Lega Anseatica, ricevendone molti vantaggi e arricchendosi notevolmente. Proprio in questo periodo, grazie ai profitti ricavati da questa unione lungimirante, Stralsund fu abbellita esteticamente con diverse strutture architettoniche, che ancor oggi costituiscono il suo punto di forza. Purtroppo, in seguito allo scioglimento della Lega e poi al Secondo conflitto mondiale, la città perse il suo vigore e andò in parte distrutta. Ma lo spirito intrepido e fiero dei marinai di Starlsund fece in modo che questo antico borgo medievale si rialzasse e splendesse in tutto il suo fulgore. Gli sforzi degli abitanti trovarono poi riscontro quando, nel 2002, Stralsund entrò a far parte deiLeggi altro →