mumbai

Bombay, diventata dal 1995 Mumbai, è la città dell’India più visitate dai turisti, sia italiani che stranieri, diventando una delle mete low cost per eccellenza.  Non solo monumenti dal profondo interesse storico, ma anche una cultura culinaria particolare e tutta da scoprire.  Partendo dalla Porta dell’India, monumento rappresentante la città e la sua indipendenza, sino alla Moschea di Haji Ali, che si erige su un’isoletta, ogni tappa è ideale per gustare un piatto tipico della tradizione, come il pavé Bhaji, a base di pane, verdure grigliate e burro, contornato dalle tanto famose spezie, o il Bhel Puri, un piatto a base di riso, pomodori, peperoncino.  Mumbai è una città a cavallo tra la tradizione e la modernità, diventando il cuore pulsante dell’economia indiana, grazie al suo stile cosmopolita ed in continua evoluzione, e la sua essenza è stata portata all’estremo grazie alle famose pellicole cinematografiche di Bollywood.  Il suo porto è importante per il commercio nell’intero paese, in cui ogni giorno barche e navi di turisti approdano per conoscere da vicino la metropoli dalle mille attrazioni.  Parchi acquatici, centri per lo shopping e moschee: ce n’è per tutti i gusti. Il periodo migliore per visitare Mumbai Non esiste un vero e proprio momento ideale, perchè grazie al clima tropicale della città, è possibile scegliere di visitarla tutto in qualunque mese dell’anno. Consigliate sono sicuramente le stagioni in cui le precipitazioni si diradano, quindi tra giugno a settembre, mentre i mesiLeggi altro →

polignano a mare

Penso che un sogno così non ritorni mai più mi dipingevo le mani e la faccia di blu poi d’improvviso venivo dal vento rapito e incominciavo a volare nel cielo infinito Volare oh, oh cantare oh, oh nel blu dipinto di blu felice di stare lassù […] Volare-Domenico Modugno Era così che cantava Domenico Modugno, lui, che voleva volare nel cielo infinito della sua meravigliosa Polignano a Mare, ed è così che ci si sente qualunque turista non appena raggiunto questo paese di mare partendo dal porto di Bari. Emozionati, rapiti da tutto ciò che circonda e avvolge il turista, lasciando una dolce sensazione di una carezza dalla onde del mare degli infiniti specchi d’acqua incorniciati da alte rocce che rendono suggestivo e meraviglioso il paesaggio. Da Domenico Modugno ai panorami suggestivi La statua del poliedrico Modugno, personalità di spicco del paese, ad aprire le porte a Polignano a Mare, un omaggio dei cittadini a chi, con la sua musica ed in particolar modo con “Volare”, ha raggiunto l’apice e che ora si erge di fronte al paese, con alle spalle, il mare in tutta la sua grandezza. Passeggiando sul ponte Lama Monachile, posto sul vecchio ponte della Via Traiana, è possibile osservare da vicino il più suggestivo dei paesaggi del paese, che ha fatto da sfondo per alcune fiction televisive. Basti pensare che il tanto amato dalle donne “Beautiful”, ha scelto proprio questo come luogo romantico per celebrare leLeggi altro →

Lisbona

“Viuzze che si inerpicano su case modeste, osterie, botteghe, vecchietti che oziano sulle panchine, artigiani“. Questa è una delle descrizioni che colgono l’essenza della città portoghese di Lisbona, un luogo eclettico, ma anche malinconico, cosi come lo sono i suoi abitanti. Il vostro viaggio potrà e dovrà essere accompagnato dalle musiche popolari, come le antiche canzoni popolari diffuse tra i marinai che servivano loro per avere la forza di andare a conquistare i territori sparsi nel mondo. le tappe imperdibili nella città di Lisbona Tra le tappe imperdibili vi è il Barrio Alto, in passato quartiere dei benestanti, oggi ricco di locali per i giovani dove si può dare spazio alla creatività e all’arte. Iniziando il percorso dalla Baixa, popolare quartiere che è un esempio di speranza (in quanto venne raso al suolo e poi ricostruito in seguito  al terremoto del 1755) e di architettura neoclassica, e passando per Belem e il Chado, si può scorgere la quotidianità del popolo portoghese. Belem rappresenta il luogo da cui le navi portoghesi partivano alla ricerca di ricchezze, ed oggi è un quartiere popolato di giardini e monumenti come la Torre di Belem, faro e fortezza del porto di Restelo. Il Chado è una zona piena di librerie, teatri, ed è il luogo dove un tempo Passoa si fermava per leggere e scrivere. Leggendari sono i tram della città, che inerpicandosi per vicoli tanto stretti che quasi se ne possono toccare i muri,Leggi altro →

Baia di Ieranto

Nella bellissima cornice  della penisola sorrentina, precisamente nel golfo di Salerno si trova una delle insenature più suggestive: la Baia di Ieranto. Il territorio di proprietà del FAI ha alle sue spalle una storia ricca di leggende, prima fra tutte quella di Ulisse e le sirene. La storia di Ulisse e il mito delle sirene Secondo la mitologia le sirene sono creature che hanno metà corpo di donna e metà corpo di pesce. Con il loro canto attiravano i marinai per poi ucciderli e riempire la scogliera delle loro ossa. Si racconta che nel suo viaggio, Ulisse e i suoi compagni incontrarono questi esseri. Sapendo delle loro potenzialità, l’eroe decise di far mettere dei tappi ai suoi uomini per evitare che cadessero nel tranello delle sirene. Lui però, chiese ai marinai di legarlo all’albero della nave in modo da non essere attratto dalle donne ma potendo allo stesso tempo ascoltare la loro voce. Riuscì così a resistere. Indispettite per l’insuccesso si trasformarono negli scogli, ancora oggi visibili, di Isca, Vetara e Li Galli. La Baia di Ieranto La zona si divide in due aree: quella rocciosa che si conclude a Punta Campanella, un area marina protetta  caratterizzata da falesie calcaree, che scendono a picco sul mare lasciando poco spazio alla spiaggia; qui sorgeva l’antico tempio dedicato ad Atena/Minerva, si possono trovare i resti di una torre, dalla cui scalinata si può giungere alla Grotta delle Sirene; quella del promontorio cheLeggi altro →

Sentiero Liguria

È stato inaugurato ieri 17 aprile il percorso che collega il Sentiero Liguria a Celle Ligure.  Si tratta di un cammino che comprende nel suo itinerario una totale immersione tra gli uliveti e i vigneti, tra il giallo delle ginestre e il blu del mare.  675 chilometri da Luni a Ventimiglia percorribili in 30 tappe, alcune facili ed altre adatte ai trekker più esperti. Un sentiero unico per andare alla scoperta di una regione unica, dalle mille bellezze che si snodano tra le colline, i paesaggi di montagna, i piccoli borghi, ed ovviamente il mare con il suono delle sue onde. È stato possibile realizzare questo percorso grazie ai sentieri già esistenti mettendoli semplicemente su mappa. È stata un’ idea che ha preso forma grazie anche all’accessibilità delle località costiere, dove si può giungere anche in barca. I tratti disponibili sono diversi in base alla zona che si sceglie di visitare e sono inclusi all’interno delle principali città liguri appartenenti ai comuni di La Spezia, Genova, Savona e Imperia. Un viaggio da antiche città romane come Luni, a borghi come Lerici, sino a luoghi riconosciuti a livello internazionale come Portofino e Sanremo. I periodi migliori sono l’autunno e la primavera per godere di un clima mite, ma anche nel periodo estivo, ovviamente con i dovuti accorgimenti per le alte temperature. In questo caso, potrete concedervi una pausa sulle bellissime spiagge della costa ligure. Il percorso può essere affrontato per intero,Leggi altro →

Cervia

h Se siete alla ricerca di un luogo perfetto dove trascorrere il weekend, all’insegna del mare e del divertimento in compagnia di tutta la famiglia, Cervia potrebbe essere la meta ideale. Oltre a godere dei ben 9 chilometri di spiagge, magari navigando in barca a vela tra  le acque che hanno ricevuto la bandiera blu della Foundation for Enviromental Education, la città romagnola situata nel comune di Ravenna, ospiterà anche quest’anno il festival degli aquiloni. Un evento per grandi e piccini che si svolgerà dal 20 Aprile al 1 maggio, giunto alla sua 39° esima edizione. Sono attesi oltre 200 artisti per il festival che quest’anno è dedicato a Ray Bethell, scomparso lo scorso dicembre e considerato una leggenda del Multiple Kyte Flying, l’arte di far “danzare” gli aquiloni nel cielo. L’ospite d’onore sarà invece Connor Doran, uno studente americano che è affetto da epilessia e che proprio grazie al suo “lavoro” di pilotare aquiloni acrobatici è riuscito a vincere le ansie legate alla malattia. Tanti saranno gli eventi che si snoderanno nei giorni del festival. Dall’esibizione di aquiloni acrobatici, combattenti e da trazione ai laboratori didattici per i bambini, fiere dedicare al vento come l’installazione dei Giardini del Vento. Imperdibili gli appuntamenti notturni con il volo degli aquiloni, tra le notti dal 20 al 27, sul mare a ritmo di luci e musica. Sarà allestito anche il Paese degli Aquiloni, area di ristoro dove vi sarà modo di degustareLeggi altro →

Castellammare di Stabia

N Castellammare di Stabia è una località che si affaccia sul golfo di Napoli. Per i suoi siti archeologici e i centri termali è molto visitata dai turisti insieme a Napoli e Sorrento. Questo perché da qui si possono raggiungere molti posti vicini come Pompei, se siete curiosi dei resti di quest’antica città, o Capri ed Ischia, raggiungibili via mare, magari in barca a vela, partendo dal porto di Marina di Stabia, uno dei più grandi d’Europa. Siti archeologici e acque termali Come abbiamo detto, il luogo si caratterizza per la presenza di siti archeologici e centri termali. Tra i primi, sicuramente meritano una visita gli scavi di Stabia, dove si possono ammirare i resti di Villa Arianna, Villa San Marco o il Castello medievale di epoca borbonica, e gli scavi di Varano, che rappresentano i resti del modo di vivere degli antichi ricchi romani. Tra le terme invece vi sono quelle Stabiane, con acque benefiche dalle proprietà tonificanti e salubri, esportate ovunque. Non mancano infatti nella città le fonti di acqua minerale, decretate patrimonio dell’Unesco e protagoniste nei giorni scorsi dell’evento Med Cooking 2019, un evento, che ha fatto tappa anche a Castellammare, nato per sensibilizzare il mondo sulla tutela del Mar Mediterraneo. Una delle fonti più rinomate è la Fonte della Madonna, con un acqua preziosa per i naviganti per le sue proprietà di conservazione, ma anche apprezzata dagli abitanti del luogo che la utilizzano per cucinare iLeggi altro →

noleggio barche

N Se avete deciso di fare una vacanza a Vietri sul Mare, ecco alcune cose da sapere, per non farvi cogliere impreparati all’arrivo nel comune campano. O magari spunti per farvi scegliere questa cittadina come meta delle vostre vacanze. Uno dei modi per giungere a Vietri, se deciderete di intraprendere un viaggio in barca, è noleggiare un’imbarcazione, per gustarvi un viaggio all’insegna del mare. Potreste scegliere di giungervi da Napoli, Amalfi, o ad esempio da Agropoli, luogo in cui sarà possibile salire su diverse tipologie di barche, in base a quello che state cercando. Se partite con un gruppo di almeno 10 persone, la scelta potrebbe ricadere sulla Bavaria 50 Cruiser, che appartenente alla categoria A, è adatta a viaggi di lungo corso. All’interno troverete una comoda dinette, che di notte fa spazio ad un comodo letto matrimoniale. Simile a questa, vi è anche la Bavaria 44, che può ospitare attorno alle 10 persone ed è facilmente governabile, alternando confort ed ampi spazi a bordo. Più elegante invece è il Sun Odyssey 49, appartenente alla casa Vela Dream. Curata nei minimi dettagli e con un design moderno offre una permanenza confortevole, proprio come se si fosse a casa. Anche qui un massimo di 10 persone a bordo. Partendo da Agropoli e percorrendo tutta la costa tirrenica con la barca, arriverete a Vietri sul mare. dichiarato nel 1997 Patrimonio dell’Unesco, si trova in provincia di Salerno. Qui non abbiamo un luogoLeggi altro →

ponza-2286766_1280

Avete già pensato a come trascorrere il weekend di Pasqua quest’anno? Se non avete ancora organizzato il vostro viaggio, una buona idea per passare delle belle giornate è quella di visitare Ponza e Ventotene. Ponza Ponza è un piccolo comune laziale di poco più di 3mila abitanti. Si tratta di un isola che offre diverse meraviglie: dai patrimoni storici risalenti ai tempi dei greci e dei romani, alle acque cristalline. Come si sa, non sempre a Pasqua e soprattutto a Pasquetta il tempo è dei migliori. Se dunque la giornata si prospetta uggiosa, si può decidere di fare una visita al centro storico di questo piccolo luogo nel mar Tirreno. Ponza offre infatti molti monumenti importanti da visitare, in primis la Chiesa dei Santi Silverio e Domitilla, una costruzione borbonica risalente al 1755 che al suo interno contiene mosaici e pareti decorate con affreschi. È la principale attrazione soprattutto in giugno quando cade la festa di San Silverio. Impossibile non fermarsi al museo etnografico, che contiene al suo interno manufatti che raccontano la storia di Ponza o al giardino botanico, che si trova a picco sul mare ed offre la possibilità di vedere la flora tipica della zona. Ma a proposito di mare: come arrivare a Ponza? A Ponza ci si arriva in barca, e il primo posto dove i turisti mettono piede è il porto, uno dei migliori esempi di architettura borbonica, che accoglie, con la sua forma semicircolareLeggi altro →

Kos

K Avete voglia di immergervi nella cultura della Grecia senza rinunciare ad una certa dose di modernità? Kos è la meta ideale. L’isola di Kos è la terza isola più grande del Dodecaneso, e dopo la rinomata Rodi anche questo piccolo paradiso fa la sua belle figura. I luoghi di interesse si dividono tra le spiagge dalle acque cristalline e monumenti storici che testimoniano il passaggio di romani, ottomani ed ellenistici. Se giungerete dunque a Kos per una vacanza, avrete modo di passare dei giorni all’insegna del relax, della cultura ma anche del divertimento. Se avete deciso di intraprendere il vostro viaggio in barca, da soli o in compagnia, sicuramente il primo posto in cui metterete piede è il porto. Già qui, vi si aprirà dinanzi ai vostri occhi, una delle prime costruzioni da visitare: il castello medievale di Neratzia. La bellezza di questa fortezza risiede innanzitutto nel nome: Neratzia significa “arancio amaro” e deriva dalla presenza degli aranci che crescono attorno al castello. Dell’antico splendore oggi rimangono solo rovine, ma chi visita il castello troverà al suo interno una seconda fortezza costruita dai Cavalieri Ospitalieri per difendere l’isola dall’attacco dei turchi. Altre mete imperdibili sono l’Antica Agorà con il tempio dedicato alla dea Afrodite e la Plateia Platanou: si racconta che in questo luogo, sotto il platano ancora visibile, Ippocrate, padre della medicina, teneva le sue lezioni, valide ancora oggi. Basti pensare al giuramento di Ippocrate professato dai giovaniLeggi altro →