Cena Gourmet in barca a vela

Chi ha detto che in una vacanza in barca a vela si deve mangiare solo cibo in scatola?

Vi è mai captato di fare un viaggio in alto mare e dover occuparvi della sistemazione della cambusa? A me è successo e per anni le uniche provviste di cui rifornivo la mia dispensa in barca erano, sughi pronti, pomodori in scatola, pasta, tonno in scatola, mais in scatola e biscotti sechi. Questi erano gli ingredienti fissi del mio menù durante in viaggi i barca. Nel 2011 feci una crociera con una barca a noleggio diyachtmaster.it e conobbi Matteo, uno skipper dinamico, avventuriero e davvero simpatico. Matteo cucinò per 4 giorni per tutti noi passeggeri e ci insegnò come preparare, anche in barca una vera e propria cena Gourmet. Da quel viaggio ho imparato che si può mangiare davvero bene anche in alto mare, ho segnato tutte le ricette di Matteo su un quaderno che porto sempre con me ad ogni partenza.

L’anno scorso per il compleanno del mio ragazzo ad agosto, ho organizzato una bella circumnavigazione delle Isole Canarie con una barca a noleggio di yachtmaster.it, e grazie alle ricette che imparai in quel viaggio nel 2011, gli ho preparato una cenetta romantica a lume di candela a largo di Panarea. L’atmosfera e l’armonia che c’era tra di noi era a don poco perfetta. Inutile dire che quella notte non la scorderemo mai. Nei prossimi paragrafi vi mostrerò com’è semplice e veloce preparare una cena o un pranzo gourmet in barca a vela , vi darò alcuni consigli utili per riempire la cambusa e condividerò con voi una ricetta di Matteo, il nostro cuoco marinaio. 

Come preparare la cambusa per un viaggio in barca a vela

La prima cosa da sapere per organizzare la cambusa di una barca a vela, è che gli spazi saranno molto ridotti. Questo non vuol dire che non potrete magiare bene, anzi, personalmente i pranzi e le cene migliori che ho fatto sono stare proprio quelle in alto mare, caratterizzate dalla semplicità e da atmosfere suggestive. Sicuramente non potrà mancare il famoso cibo in scatola, però potrete acquistare ad ogni porto del cibo fresco e tipico del luogo. Sarà anche un modo per assaporare i prodotti della terra che state visitando e per entrare sempre più in sintonia con il territorio. Ricordo che Matteo il nostro skipper faceva esattamente così. Ogni qual volta ci fermavamo per un’escursione lui si ritagliava una trentina di minuti per fare acquisti di prodotti alimentari freschissimi da prepararci a cena. Il nostro skipper affermava che sempre che: mangiare bene è una parte fondamentale di un viaggio, e lo rende ancora più speciale. Non si può dire di aver visitato fino in fondo un luogo se non si è riusciti a sentirne anche il sapore. 

Cena Gourmet in barca a vela

Ci sono delle cose che non possono proprio mancare all’interno della vostra cambusa, come ad esempio le provviste di bevande. La cambusa si compone di gavoni (scompartimenti), il consiglio è di riempire almeno 2 gavoni con casse d’acqua, tè freddo, bibite dissetanti, qualche birra e tutte le bevande che preferite per rimanere sempre idratati durante le giornate più afose. E’ bene riempire la dispensa della barca anche con prodotti secchi come i biscotti per la colazione e grissini. Il ‘cibo secco’ è anche un’ottima soluzione per chi soffre di mal di mare e vi sarà d’aiuto durante la navigazione. Un consiglio che sento di darvi è quello di non cucinare mai quando la barca è in movimento, ma di aspettare di attraccare per preparare i vari pranzi e le cene da barca.  Infine devo dire che Matteo era anche un’abile pescatore. Il più delle volte abbiamo mangiato pesce fresco pescato al momento. 

La ricetta di Matteo: Spaghetti gourmet al ragù di totani

Questa ricetta è davvero molto semplice ed è perfetta per fare bella figura con i vostri amici durante una cena in barca a vela. Comprate dei bei totani freschi, puliteli e tagliateli a rondelle. In una padella fare scaldare uno spicchio d’aglio e della cipolla con un filo d’olio per circa 5 minuti. Quando il tutto è ben rosolato aggiungere i totani freschi. Dopo circa 6 minuti aggiungere il sugo di pomodoro e qualche foglia di basilico per dare profumo al piatto. In una pentola a parte far bollire l’acqua, salarla e far cuocere gli spaghetti. Una volta cotta, scolare la pasta e aggiungerla al ragù preparato precedentemente. Infine concludere il tutto con una spolverata di peperoncino

La semplicità è il segreto per esaltare al meglio il gusto. 

Comments

comments