capo-cacc-2310217_1280

La Sardegna è uno dei più bei pezzi di terra che la nostra penisola possa offrire. Un entroterra selvaggio e indomito, stracolmo di foreste appartenenti alla macchia mediterranea, chilometri e chilometri di coste, costituite sia di rocce, sia di finissima sabbia, ed un mare mozzafiato.
Quest’isola è una gemma incastonata al centro del Mar Mediterraneo e, per questo, i suoi abitanti sono, da sempre, abituati ad accogliere viandanti provenienti da ogni parte del mondo. Fin dai tempi dei romani, infatti, essa era uno scalo obbligatorio per la maggior parte delle rotte commerciali. Questa forte connotazione non ha fatto altro che forgiare il suo popolo, fatto di veri lupi di mare e di pastori legati alla genuina tradizione del territorio.
Una terra passionale, ricca di cultura e di usanze, pronta ad accogliere i turisti per trascinarli nel loro tipico folklore, in una giravolta di sapori e costumi da lasciare senza fiato.

Il mare a nord dell’isola: tra natura e movida

Il vero punto di forza della Sardegna è il mare, e non potrebbe essere altrimenti. Dalle Bocche di Bonifacio all’arcipelago della Maddalena a poche miglia di distanza dalla Corsica: il tratto di mare più selvaggio è decisamente nel lato nord dell’isola.
Cala Granara e Cala Corsara, due lembi di finissima sabbia che si tuffano in acqua, meritano senza ombra di dubbio di essere visitate almeno una volta nella vita, ed anche la celeberrima Caprera appartiene a questo tratto di mare. Menzione ab honorem per Budelli, la meravigliosa spiaggia rosa che, ormai, è stata chiusa al pubblico.
Anche la celeberrima Costa Smeralda, con la sua intensa movida estiva, le sue vie centrali affollate di negozi all’ultimo grido e turisti, appartiene a questo tratto di mare che “nulla ha da invidiare ai Caraibi”. Questa meta è perfetta per chi, anziché privilegiare l’avventura, preferisce lasciarsi coccolare per l’intera settimana dal dolce far nulla. Tra un acquisto all’ultimo grido ed uno spritz in uno dei locali più “in”, il tempo volerà in un baleno.
Senza ombra di dubbio, il miglior modo per poter avere accesso illimitato a questi luoghi da sogno è avere, a propria disposizione, una barca con cui muoversi da un anfratto all’altro.

Alla scoperta della costa sud: lo snodo delle rotte del Mediterraneo

Il lato sud dell’isola, invece, è quello privilegiato, generalmente, dalle famiglie. Questo tratto di costa è popolato da piccoli paesi che si adagiano placidi sulle magnifiche coste, offrendo ai visitatori un mix decisamente unico di cordialità e tradizione. Le spiagge, naturalmente, non hanno nulla da invidiare alla controparte del nord, anzi. Il mare aperto rende queste acque ancor più limpide e trasparenti. Villasimius è la vera incarnazione dell’anima di questa parte della regione, con le sue spiagge esotiche ed i suoi siti archeologici, assolutamente indimenticabili.

La Sardegna è un luogo eccezionale, che lega le proprie, genuine, tradizioni, ad una cultura fatta di ospitalità ed accoglienza. Il rapporto dei sardi con il mare e qualcosa di trascendentale, ed entrare, nel piccolo, a farne parte è un privilegio unico.

Comments

comments