alla scoperta di Aarhus

Principale centro portuale danese, Aarhus con il suo paesaggio pittoresco e la sua atmosfera unica, è senza dubbio una delle mete da aggiungere al tour delle vacanze estive. Questa cittadina, una delle più antiche della Scandinavia, è il luogo perfetto per un soggiorno all’insegna di curiosità, sport e relax. 

La “più piccola grande città del mondo”, così come viene denominata, è stata, infatti, dichiarata nel 2017 insieme a Pafo Capitale europea della cultura. D’altronde è proprio questa la sede della seconda università più grande e più antica di tutta la Danimarca che, con più di 32.000 di studenti, occupa gran parte della città alta.

Assolutamente da visitare é il meraviglioso museo delle Belle Arti ARoS particolarmente noto per il cosiddetto “your rainbow panorama”: una passerella in cima all’edificio in vetro colorato che dà sul centro abitato. Al suo interno, invece, troviamo la perfetta combinazione di antico e moderno con quadri appartenenti all’arte danese del XVIII secolo affiancati a mostre itineranti con opere di artisti contemporanei provenienti da tutto il mondo.

Per gli appassionati di storia, invece, una tappa da non perdere è il Den Gamble By. Questo museo all’aria aperta dista circa 1,5km dal centro città ed è la ricostruzione fedele della vita cittadina di un villaggio vichingo d’epoca. Al suo interno oltre a più di 75 edifici datati XVII, XVIII, XIX secolo si trovano riproduzioni funzionanti di scuole, panifici, dogane, teatri e molto altro, oltre che a 5 mostre permanenti. 

Ancora un tuffo nel passato è il museo Moesgard con le sue esposizioni dedicate alla preistoria. Qui si trova il corpo dell’uomo di Graubelle, un reperto di oltre 2000 anni ritrovato solo a metà del secolo scorso. L’edificio che lo ospita è, inoltre, situato a poca distanza dalla foresta di Maseliburg e dal castello reale, tuttora residenza estiva dei regali danesi.

Un altro punto forte di questa cittadina danese sono sicuramente gli spazi dedicati al relax. Numerosi sono, per esempio, i parchi naturali dove trascorrere un tranquillo pomeriggio immersi nella natura. Come la già citata Foresta di Maselibrug, dove i cervi e i daini le fanno da padroni. Un altro parco da non dimenticare è il Universitatsparken al cui interno troviamo lo spettacolare planetario del Museet Steno e il Mindeparken, un’immensa area verde dall’aria pittorica.

Per i palati curiosi, invece, uno spuntino al “Aahrus Street Food” a due passi dalla stazione principale è d’obbligo. In un’atmosfera suggestiva e cosmopolita si trovano, infatti, cibi provenienti da tutto il mondo. La scelta è davvero ampia e l’esperienza indimenticabile. 

Oltre a ciò, essendo una zona portuale, questa città della penisola dello Jutland è la meta ideale per tutti gli amanti del mare e gli appassionati degli sport acquatici. Non è un caso che proprio ad Aarhus si siano svolti i Words Championship 2018 per la barca a vela. Tra le altre esperienze da non perdere c’è anche la possibilità di partecipare ai tour in barca pensati per chi vuole gustarsi il panorama cittadino dal mare. E se, invece, si preferisce rimanere con i piedi ben piantati per terra ci si può anche concedere una passeggiata sul lungo fiume che taglia di netto la città magari facendo tappa in un bar o un ristorante tipico della zona.

 Insomma, Aarhus accontenta proprio tutti ed è, per questo, la meta perfetta per non annoiarsi mai. 

Comments

comments