Festa del Cappero a Salina

Una delle festività più sentite alle Isole Eolie è proprio la Festa del Cappero, una ricorrenza tradizionale che ha luogo nel specifico nella piazzetta di Sant’Onofrio a Pollara  nell’isola di Salina. Tale ricorrenza si svolge ogni prima domenica di giugno. E’ un mondo per dare il via all’estate 2019 ed immergersi a pieno nella cultura e nei sapori dell’isola. Infatti, la Festa del Cappero è molto partecipata soprattutto dai turisti, che accorrono a Salina per gustare questo frutto prelibato ed unico nel suo genere. Il cappero di Salina si caratterizza per profumo, compattezza e uniformità.

La particolarità è che si conserva fino a 2-3 anni senza alcun trattamento chimico. E’ ottimo per essere utilizzato in diversi piatti, ed è la base di moltissime ricette isolane. Dalla caponata siciliana, ai piatti di pesce, ad un semplice sugo al pomodoro, il cappero di Salina riesce a dare un gusto particolare e a dare a quella semplice ricetta un sapore inconfondibile. Questa festa è molto importante per gli abitanti del luogo perché viene valorizzato un prodotto tipico che caratterizza l’isola fin dalla sua esistenza. E’ allo stesso tempo un modo per gustare i piatti tipici delle Isole Eolie, la buonissima malvasia, il vino e le conserve. In questa ricorrenza molti viaggiatori colgono l’occasione non solo per essere presenti e vivere a pieno la Festa del Cappero come fossero abitanti del luogo, ma anche per visitare tutte le altre isole e regalarsi un piccolo viaggetto.

Il modo migliore per raggiungere l’isola di Salina è sicuramente a bordo di una barca a noleggio di Yachtmaster.it, proprio come feci io qualche anno fa durante una delle mie vacanze last minute. In questo articolo vedremo cosa c’è di bello da esplorare alle Isole Eolie in occasione della Tavuliata e quali sono i porti più vicini e le imbarcazioni di Yachtmaster.it con le quali partire. 

Porti e imbarcazioni con le quali partire 

Per raggiungere l’Isola di Salina in occasione della Festa del Cappero potrete partire dal porto di Lipari, a bordo della Jeanneau Sun Odyssey 40. E’ una bellissima barca a vela con 3 cabine, 2 bagni e 3 docce, pensata per ospitare un massimo di 6 persone. È perfetta per godersi un paio di giorni a largo delle coste italiane, per una vacanza all’insegna del relax ma anche del divertimento con gli amici o con i propri cari. Sempre al porto di Lipari è disponibile Comar Yachts Spa Comet 62 Rs, una splendida barca a vela di 20 metri. E’ dotata di due cabine matrimoniali a poppa riservate ai quattro ospiti della crociera, entrambe con bagno e box doccia privato.

Festa del Cappero a Salina
Festa del Cappero a Salina

In alternativa potrete partire da porti vicini come quello di Milazzo, dove per il periodo indicato ci sono attualmente 17 barche disponibili. Tra queste potrete scegliere ad esempio: Cranchi Mediterranee 50 HT, un luxury Motoryacht dotato di 3 cabine. Lagoon 380 un bareboat con 4 cabine e una capienza massima di 8 persone a bordo. Dufour 460 Grand Large un sail boat con 4 cabine e capienza massima di 10 persone, e molto altro ancora. Porti d’imbarco vicini all’isola di Salina sono anche quello di San Gregorio a Bagnoli dove per il periodo indicato sono disponibili 23 imbarcazioni, e il porto di Tonnarella sempre in Sicilia, dove le imbarcazioni noleggiabili sono 61. 

Se partite invece dalla Calabria, potrete raggiungere Salina dal porto di Tropea a bordo di due imbarcazioni: Oceanis 45 e Jeanneau Sun Odyssey 37. La scelta è davvero vastissima e la Festa del Cappero è una ricorrenza alla quale assistere almeno una volta nella vita, non vi resta che partire. 

Cosa vedere alle Isole Eolie

Una volta arrivati sull’isola di Salina la prima domenica di giugno, ed aver assistito alla Festa del Cappero, potrete cogliere l’occasione per visitare anche gli altri luoghi limitrofi. Le Isole hanno almeno 100 motivi per esser visitate. Regalano luoghi e atmosfere meravigliose senza dover andare necessariamente in capo al mondo in quanto sono molto vicine e facilmente raggiungibile dall’Italia. Offrono una cultura e un patrimonio storico come pochi. Il cibo siciliano è una delle prelibatezze da gustare almeno una volta nella vita. 

Da Salina, a Vulcano, ad Alicudi, a Filicudi, a Panarea e a Stromboli, è possibile visitare calette incontaminate e cristalline, come in nessuna parte del mondo. In un viaggio alle Isole Eolie non si può non attraccare a Vulcano. Qui potrete fare un’escursione per ammirare il Gran Cratere di notte e immergersi nei fanghi e nelle acque termali durante il giorno. Potrete far festa sull’isola di Panarea, e gli aperitivi al tramonto non potranno mancare per rendere la vostra vacanza davvero perfetta. Non dovrà mancare anche uno stereo a bordo con buona musica e un paio di birre gelate. Un’ altra tappa è Lipari per una cena indimenticabile a base del buonissimo pane cunzato isolano. 

Ad Alicudi e Filicudi potrete immergervi in una natura incontaminata e praticare snorkeling in delle acque da sogno. Più nello specifico sull’isola di Salina, oltre a godere della festa tradizionale del cappero, potrete trascorrere una giornata sulla spiaggia di Malfa. O ancora visitare la spiaggia di Pollara, quella di Leni o il porto turistico di Santa Marina. Anche il piccolo centro è un luogo molto caratteristico e ricco di storia. 

Comments

comments