outer-hebrides-550368_1280

Un luogo da sogno, un arcipelago circondato dal mare, paesaggi mozzafiato e spiagge degne di preziosi scatti.
Le isole Ebridi hanno da sempre fatto sognare i viaggiatori emozionandoli in una atmosfera magica e quasi fiabesca. Natura selvaggia che si sviluppa in tutta la sua forza propulsiva, vegetazione fitta e animali liberi di circolare. La descrizione parrebbe quasi quella di una sperduta isola del Nuovo Continente, disabitata. In realtà queste sono meravigliose isole europee, meritevoli di una visita, almeno una volta nella vita.
Qui il tempo si ferma e scorre con estrema lentezza, con ritmi scanditi e quasi magici. Le isole sono avvolte nell’oceano che si infrange tra le rocce, lasciando intravedere piccole calette e baie dalla sabbia chiarissima e brillante. Le Ebridi si dividono in due, quelle esterne e quelle interne, vicine alla costa.

Le isole Ebridi interne: Skye, Mull, Islay, Jura e Small Isles


L’isola di Skye è un vero e proprio paradiso terrestre, tra favolose coste e piccoli centri degni di nota. Un consiglio? Visitare il Dunvengan castle, scrigno di secoli di storie passate e tradizioni. Mull, invece, è un meraviglioso habitat in cui vivono serenamente balene e delfini che è possibile avvistare anche solo affacciandosi dai numerosi promontori. La sua città più conosciuta è Tobermory, un antico intreccio di vie e viottoli dalle case colorate, che si affacciano, per la maggior parte direttamente sull’Oceano, con una vista privilegiata sul panorama marittimo. Islay, invece è il luogo prediletto per prendere il sole stesi sull’area bianca e delicata. Uno scenario estremamente suggestivo, incorniciato dalla natura selvaggia.

Le isole Ebridi esterne, la patria del relax

Una meta perfetta per trascorrere le vacanze estive immersi in un clima fantastico. Sono considerate come la zona più bella della Scozia e sono ideali per trascorrere alcuni momenti di relax e benessere, e le barche sono il miglior mezzo per visitare questo angolo di mondo.
Basti solo pensare alla vasta brughiera su cui si ergono, maestose, le catene montuose. Le isole esterne comprendono Lewis e Harris, North Uist, South Uist e Saint Kilda. Lewis Ed Harris sono Una singola isola, che comprende una miriade di siti importanti, tra cui Gearrannan, un minuscolo villaggio composto da case con tetti in paglia, o il sito archeologico di Calanais Standing, in cui si possono ammirare i circoli megalitici alti quasi cinque metri. Essi risalgono a circa 5000 anni fa.
Inoltre, sempre in questo arcipelago, Saint Kilda, con la sua Isola Hirta, è dal 1986 patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, poiché abitato da alcune specie protette di uccelli, oltre ad avere ancora alcune costruzioni rupestri perfettamente conservate.

Comments

comments