Kos

K

Avete voglia di immergervi nella cultura della Grecia senza rinunciare ad una certa dose di modernità? Kos è la meta ideale.

L’isola di Kos è la terza isola più grande del Dodecaneso, e dopo la rinomata Rodi anche questo piccolo paradiso fa la sua belle figura.

I luoghi di interesse si dividono tra le spiagge dalle acque cristalline e monumenti storici che testimoniano il passaggio di romani, ottomani ed ellenistici. Se giungerete dunque a Kos per una vacanza, avrete modo di passare dei giorni all’insegna del relax, della cultura ma anche del divertimento.

Se avete deciso di intraprendere il vostro viaggio in barca, da soli o in compagnia, sicuramente il primo posto in cui metterete piede è il porto. Già qui, vi si aprirà dinanzi ai vostri occhi, una delle prime costruzioni da visitare: il castello medievale di Neratzia. La bellezza di questa fortezza risiede innanzitutto nel nome: Neratzia significa “arancio amaro” e deriva dalla presenza degli aranci che crescono attorno al castello. Dell’antico splendore oggi rimangono solo rovine, ma chi visita il castello troverà al suo interno una seconda fortezza costruita dai Cavalieri Ospitalieri per difendere l’isola dall’attacco dei turchi.

Altre mete imperdibili sono l’Antica Agorà con il tempio dedicato alla dea Afrodite e la Plateia Platanou: si racconta che in questo luogo, sotto il platano ancora visibile, Ippocrate, padre della medicina, teneva le sue lezioni, valide ancora oggi. Basti pensare al giuramento di Ippocrate professato dai giovani dottori che si avvicinano alla professione medica.

Ma, come abbiamo detto, Kos offre anche una certa dose di modernità. Il cuore dell’isola è infatti Piazza Eleftheria, dove oltre ad ammirare gli imponenti edifici di origine italica, si può passeggiare per il mercato cittadino immergendosi nella cultura popolare. Qui si trova anche il museo archeologico, all’interno di una struttura che ricorda le ville romane. Nell’atrio all’ingresso ritroviamo un mosaico che raffigura il benvenuto di Ippocrate in città ad Asclepio.

Dopo un tour della citta di Kos, non resta che godersi un meritato riposo sulle spiagge dell’isola.

 La più suggestiva, che un tempo era un angolo nascosto ma oggi è la più turistica è Paradise Beach. Un nome, una garanzia. È un luogo adatto a grandi e piccini, che oltre ad offrire un comodo relax sulla spiaggia attrezzata di ombrelloni e lettini, permette di svolgere diverse attività tra cui sport estremi come il parapendio.

Da qui è possibile raggiungere anche le spiagge vicine, tra cui Bubble Beach, dove gli sbuffi del vapore vulcanico creano delle bolle sull’acqua e Camel Beach, per gli amanti delle immersioni o dello snorkeling.

Le spiagge sono caratterizzate da fondali bassi, acque azzurre e lunghe coste di spiaggia dorata, ed oltre a quelle popolate dai turisti, ve ne sono anche alcune immerse nella natura più selvaggia, come la suggestiva Therma, dove si trovano delle sorgenti d’acqua calda che creano una vera e propria piscina all’aperto.

Non manca il divertimento.

Kos offre luoghi paradisiaci dove gustare un buon aperitivo. Se cercate bar eleganti potete dirigervi verso il lungomare di Lambi, altrimenti datevi ali bar street della zona portuale. Sono presenti anche discoteche conosciute come il Fashion Club e le feste organizzate sulla spiaggia, le più belle organizzate a Paradise Beach e dal Mylos Beach bar.

Dunque, se siete alla ricerca di un viaggio che sia un connubio tra movida notturna, visite culturali e soprattutto a contatto con il mare, Kos è la meta ideale per vivere un’esperienza unica.

Comments

comments