naples-122698_1280

Si tratta di una delle città Italiane più conosciute in tutto il mondo.

Tra pummarola in coppa, pizza e mandolino ha molto da dare a chiunque si addentri fra i suoi vicoli.

Qualsiasi persona del posto vi direbbe “Napoli è un teatro” e non esisterebbe parola più adatta per descriverla.

Da piazza Plebiscito ai quartieri storici la differenza é evidente. Nella Napoli moderna puoi vedere gente intenta a fare shopping in galleria o a prendersi un caffè al Gambrinus, nel Centro storico puoi ritrovare il fascino dei film di Totò o delle commedie di De Filippo, tra cittadini che ballano la tarantella o che cantano e fuochi d’artificio che esplodono.

Napoli è quella città in cui non ti annoieresti mai, dove una calorosa accoglienza è di casa insieme al profumo di sfogliatelle appena fatte.

È un luogo  con una ricchezza artistica, storica e culturale molto ampia che ha portato l’UNESCO a dichiarare il suo centro storico come Patrimonio dell’Umanità.
Diversi i popoli che hanno lasciato resti del loro passaggio in questa città, dai greci ai romani, dai normanni agli spagnoli, grazie ai quali Napoli fu centro politico del regno borbonico delle Due Sicilie.

-I palazzi storici di Napoli

A livello turistico oltre ai quartieri spagnoli ideali per gli acquisti e possibile dedicarsi alla visita dei palazzi storici di Napoli primo fra tutti Castel dell’Ovo, che prende il nome da una leggenda secondo cui Virgilio avrebbe scoperto all’interno del castello un uovo che sopporta tutta la struttura dell’edificio.

Altra struttura da vedere è Castel Capuano costruito da Guglielmo I di Sicilia, primo Re del Regno di Napoli, così chiamato perché situato sulla rotta che conduce alla città di Capua.

Da non dimenticare anche il Maschio Angioino, costruito alla fine del 1200, luogo dove vennero ospitati moltissimi artisti dell’epoca, tra cui Boccaccio.

Oltre i palazzi non si può lasciare la città del Vesuvio senza visitare il Palazzo Reale ora sede della Biblioteca Nazionale, Capodimonte nato per conservare la favolosa collezione d’arte della famiglia Farnesio e il Teatro San Carlo.

Non solo palazzi ma anche cupole

Un’altro aspetto caratterizzante della cultura napoletana ha a che fare con la devozione. Conosciuta anche come la città delle 500 cupole, non si può dire di averla vista in tutte le sue sfaccettature se non si passa per le chiese:

Il Duomo della città e la Cappella di S.Severo sono fra le più suggestive da vedere, in particolare quest’ultima per la presenza del Cristo Velato. Oltre a una vastità infinita di patrimoni culturali, in quanto località marittima e portuale, Napoli, si rivela inoltre, località ideale per escursioni e gite in barca.

Comments

comments