paros grecia

È una località d’impatto, l’anima della Cicladi, in cui si raccolgono tutti i suoni della Grecia. È un angolo famoso d’estate, con una vita notturna frenetica e divertente. Villaggi tradizionali, tipicità ed enogastronomia di pesce fresco da gustare sul bagnasciuga. Una località attrattiva da ormai millenni e che conserva ancora, verso la spiaggia di Kolymbithres, l’acropoli micenea. Paros racchiude ancora le culture delle dominazioni che si sono susseguite nel tempo. Paros, opere incredibili e marmi Famosa per i suoi marmi, bianchi e trasparenti tento da riflettere il sole. Deriva proprio da qui il materiale utilizzato per la costruzione del tempio di Apollo a Delos, per la Venere di Milo’s e l’Hermee dell’antica Olimpia. Ad esempio, a Thassos, ci sono ancora i maestri artigiani che lo lavorano in maniera fruttuosa. Dove andare e cosa fare La prima città che si incontra durante un viaggio a Paros, è Parikia, una meravigliosa e dinamica cittadina in cui potersi sentire subito a casa. Essa si divide in tre, centro storico, che è considerata la parte più grande, il quartiere Livadia, nelle immediate vicinanze che attira ogni anno centinaia di visitstori, infatti, proprio per questo, la maggior parte degli studios sono locati qui. Infine la zona della tangenziale in cui è possibile trovare tutti i servizi per gli autoctoni, ed è infatti molto difficile trovare turisti. Questo è, oltretutto, il quartiere più economico della città, dove è consigliato fare la spesa. Il lungomare di ParikiaLeggi altro →

hermitage-3646724_1280

Da Bilbao sino ad Hondarribia si estendono i Paesi Baschi quella parte di territorio spagnolo indipendente che funge da collegamento con i Pirenei. Sono qui presenti centinaia di spiagge per tutti i gusti e di ogni tipo, con un clima godibile e perennemente soleggiato. Sono, infatti, molto rare le giornate di perturbazione. Visitare i Paesi Baschi è davvero un’esperienza indimenticabile, Graie ai suoi monumenti e siti ricchi di storia e cultura. Bilbao è considerato il più importante centro, ed è conosciuto come Costa Vasca. Vivono qui più di un milione di persone. Quali località balneari visitare nei Paesi Baschi Bermeo, il paese dalle case colorate Un quartiere antico, caratterizzato da piccole casette colorate, calette contornate dal mare limpido, una tradizione enogastronomica di pesce ed abitanti dal perenne sorriso. Piccolo, quasi minuscolo, con i suoi 17.000 abitanti, d’estate brulica di visitatori anche grazie al suo clima mai afoso. Viottoli ricchi di monumenti degni di nota, locali e piccole gastronomie, offrono ai turisti tante piccole storie. Trale mete più interessanti da visitare c’è il convento di San Francesco, datato al 1357 e costituito da una chiesa gotica ed un piccolo chiostro. Inoltre, molto particolar è la Iglesia di Santa Eufemia che si erge accanto al porto e che, nei tempi antichi, raccoglieva le preghiere dei pescatori. La città, è facilmente raggiungibile grazie a collegamenti efficienti, anche via mare. Getxo, la frizzante cittadina di mare È una località a nord della Spagna, popolataLeggi altro →

Bora Bora

Bora Bora è una fantastica località della Polinesia francese ed è considerata da sempre un vero paradiso naturale, con le sue bellezze che attirano ogni anno milioni di persone. Bora Bora è un vero luogo di relax e pace, in grado di estraniare chiunque e rendere, poi, difficile il rientro alla solita routine. Essa fa parte della Polinesia francese ed è nella parte più a sud dell’Oceano Pacifico, più precisamente a nord-ovest. È facilmente raggiungibile da tutte le località, sia in volo, facendo scalo a Thaiti, sia in crociera. Quale è il clima migliore per visitarla Il clima è tropicale, quindi le temperature sono particolarmente elevate tutto l’anno. Per chi non fosse abituato, il periodo migliore per visitarla è quello del cosiddetto “inverno polinesiano”, tra marzo ed ottobre. In questo arco di tempo, oltretutto, le temperature non sono afose e non c’è il rischio di trovare piogge. cosa vedere a Bora Bora Alcune mete imperdibili sono, ad esempio, il Monte Otemanu, che sovrasta l’isola, di cui ne è anche considerato simbolo. Qui è possibile fare walking, trekking e fantastiche escursioni nel bel mezzo della natura più verde. Inoltre, la Playa Matura, è una spiaggia veramente meravigliosa, forse la più bella dell’isola, caratterizzata da sabbia bianca e fine ed un panorama veramente imperdibile. Anche il turtle centre è un fantastico itinerario da non perdere. Infatti qui è possibile vivere un’esperienza a contatto con le tartarughe. Esso, infatti, è un vero eLeggi altro →

zanzibar

L’Africa è ormai diventata una meta rinomata per una vacanza low cost, grazie alla sua indiscussa bellezza, le meraviglie naturali ed il mare cristallino. Molte sono le isole conosciute, ma ancor di più quelle di cui si ignorano i paesaggi da sogno e le enormi possibilità per vivere un’esperienza favolosa. Il continente è popolare per i tour nella savana, che affascina gli amanti dell’avventura e per le vacanze all’insegna del lusso low cost e del relax che solo Egitto e Marocco possono offrire. Questa guida, però, vi farà scoprire quanto valga la pena addentrarsi più in profondità per esplorare le isole che ancora non sono diventate mete del turismo di massa. Le isole dell’Africa, natura e mare per un bagno di benessere Il Madagascar è già rinomato per le sue spiagge dalla sabbia bianca e fine e le acque cristalline, paragonabili, forse, solo ai Caraibi. Esistono però, altre isole minori che meritano di essere visitate. Sao Tomè, ad esempio, è un territorio insulare dito proprio sull’Equatore, particolare, poiché conserva ancora le radici dei colonizzatori portoghesi. Pochi abitanti, natura incontaminata e un’ampia serie di sport acquatici da praticare. L’isola, inoltre, è una vera perla dell’Africa centrale, così come l’ottima cioccolata ed il caffè prodotti e ritenuti, dai più, come i più buoni del mondo. Isola di Mohéli, dove la solitudine regna sovrana L’isola, detta anche Mwali, è considerata la più piccola tra le isole delle Comore ed è perfetta sia perLeggi altro →

tour europa gusto

Se fosse un palato a giudicare, molte delle capitali sarebbero totalmente spodestate da città molto meno conosciute. Dalla Francia alla Turchia più selvaggia, passando per la penisola iberica, il nuovo itinerario urbano diventa veramente gustoso. Sono dieci le città secondo i viaggiatori a ribaltare le scelte di un viaggio. Selezionando il proprio tour partendo dall’enogastronomia dei luoghi, WeekEnd Slow Food Europa, ha ricreato un nuovo modo per visitare le nazioni Europee, delineandone il patrimonio storico artistico ma anche, e soprattutto, le tipicità culinarie. Instanbul, ad esempio, si differenzia da molte città europee per la colazione, che si consuma solitamente in casa, tanto da rendere difficile poter trovare alimenti per questo pasto nei vari locali della città. E non solo, lo street food che essa offre, pare sia davvero una cultura, pari quasi alla visita di un’opera artistica. Le città che stanno rivoluzionando il turismo Bruxelles, la città della birra Il Belgio è il luogo dove sono locati alcuni tra i migliori birrifici d’Europa. Ma molti non lo sanno. Essa, infatti, ha la capacità di accogliere estimatori e produttori artigianali da tutto il mondo. La più famosa Brasserie è la Cantillon, in cui si produce il Lambic, la birra a fermentazione spontanea che vede i suoi natali proprio qui, facendo innamorare tutti gli appassionati di questa bevanda. Il locale si trova a Anderlecht, proprio vicino la piazza principale, riuscendo a realizzare un perfetto connubio tra tradizione culinaria e bellezze architettoniche. Marsiglia,Leggi altro →

sailing-2542901_1920

Viaggiare in barca è un’esperienza unica e inimitabile ma come tutte le situazioni un po´particolari deve essere accompagnata dal buon senso e da alcune semplici norme.   E se stai per salpare per la prima volta e non vuoi arrivare impreparato, ecco alcune regole per viaggiare in tutta sicurezza e goderti la tua vacanza senza pensieri. Ascolta sempre il comandante Può sembrare una regola banale ma non è affatto così: affidati al comandante della nave e ascolta sempre le sue direttive. Con la sua esperienza saprà consigliarti al meglio cosa fare per la tua sicurezza e quella dei tuoi compagni di viaggio. Inoltre ricorda sempre che la barca è casa sua quindi cerca di portare rispetto per lui e i suoi spazi per una convivenza tranquilla e una permanenza senza tensioni. Tieni sempre in conto che quando si naviga le condizioni meteo sono determinanti, per questo bisogna sempre essere pronti ad eventuali cambiamenti di piano. Sii flessibile e non prendertela con il comandante se non va tutto come pianificato. Rilassati e lascia fare. Togliti le scarpe prima di entrare Prima di salire sulla barca ricordati di toglierti le scarpe. Mantenere la massima pulizia a bordo è fondamentale per un viaggio dove si hanno a disposizione solo pochi metri quadrati condivisi con più persone. E se non vuoi stare a piedi scalzi puoi sempre portati delle calzature apposite da indossare esclusivamente sullo yacht. Sii ordinato Come già detto, sulla barca gliLeggi altro →

rapa-nui-2411800_1920

Ci sono luoghi di amena bellezza e altri intrisi di storia e cultura. Poi ci sono quelli che racchiudono tutto questo e che sono unici al mondo. È il caso di Rapa Nui, meglio nota come “isola di Pasqua”: un lembo di terra sperduto nell’Oceano Pacifico, meta perfetta per gli amanti dell’avventura. Sicuramente ne avrai già sentito parlare. Sono infatti note in tutto il mondo le caratteristiche statue, le cosiddette Moai, che sono sparse per tutto il perimetro. Cosa rappresentino è ancora un mistero, anche se alcune fonti sostengono siano la raffigurazione dei sacri antenati del popolo nativo che vegliano e proteggono i villaggi circostanti. In ogni caso poter vantare di aver visto con i propri occhi questi busti di terra vulcanica alti 2 metri e 20 non è cosa da poco soprattutto se si pensa che possano risalire al V secolo d.c. Ma di enigmi irrisolti su questa isoletta di appena 163 km² (più piccola dell’isola d’Elba!) ce ne sono ancora molti. La leggenda narra, infatti, che si tratti dell’ultimo pezzo di terra appartenente ad un continente scomparso. Forse non sapremo mai la verità, quello che però è certo è che dal 1955 l’isola di Pasqua è ufficialmente parte del patrimonio dell’umanità Unesco: non è infatti un caso che il suo paesaggio in gran parte roccioso, sormontato da quattro grandi vulcani, lasci senza fiato chiunque ci metta piede. Per quanto riguarda invece la fauna, oltre a cavalli selvaggi, mucche, maialiLeggi altro →

(senza titolo)

Quanto è bello navigare! Che sia per un giro in barca o una crociera, ritrovarsi in mezzo ad una distesa infinita d’acqua con l’aria di mare che ti riempie i polmoni è sempre una sensazione unica e indimenticabile. A volte però il prezzo da pagare per uno spettacolo mozzafiato è alto soprattutto quando il mare è agitato e lo stomaco debole. Il mal di mare, al contrario di quanto si possa pensare, è molto comune ed è per questo che prima di salire in barca è sempre bene non dimenticare alcuni semplici accorgimenti che saranno un vero e proprio salva-vacanza. Quindi non rinunciare ad un bel giro vista oceano e segui questi consigli. Stomaco pieno Per combattere la sensazione di nausea cerca di non viaggiare mai a stomaco vuoto. Evita assolutamente cibi troppo burrosi o unti e punta sul salato. Se non vuoi farti cogliere impreparata porta con te degli snack come pane secco o crackers, ancora meglio se integrali. Altri alimenti che si possono consumare quando si inizia a percepire la sensazione di malessere sono le olive, giusto un paio prima e durante il viaggio, e il limone da succhiare o masticare durante la tratta. Bevi ma senza eccedere e soprattutto prediligendo l’acqua. No all’alcool o alle bibite gassate che potrebbero, al contrario, peggiorare la situazione. Zenzero o menta piperita Sia sotto forma di tisana prima della partenza che in pezzi da masticare mentre si naviga, lo zenzero frescoLeggi altro →

spiagge strane

La natura è veramente incredibile e non di rado ci mette di fronte a paesaggi mozzafiato che pensavamo esistessero solo nelle favole. E se stai pensando alla prossima meta estiva e cerchi qualcosa fuori dal comune, ecco cinque angoli di paradiso decisamente non convenzionali dove trascorrere le prossime vacanze. La piaggia stellata  Mai pensato di camminare su un cielo stellato? Allora non ti resta che prenotare un biglietto per l’isola di Vaahdoo nelle Maldive. Qui si trova, infatti, uno dei bagnasciuga più formidabili al mondo: la spiaggia bioluminescente che ogni notte con i suoi riflessi luminosi rischiara il buio. Il fenomeno della bioluminescenza è dovuto al fitoplancton che depositandosi sulla sabbia regala a questa battigia l’aspetto di una volta celeste. Ogni anno un gran numero di turisti assistono a questo spettacolo che d’estate si verifica molto di frequente. La spiaggia verde Se non hai ancora visto una spiaggia verde potresti rimanere piacevolmente stupito nel sapere che ne esiste una proprio nel Guyana Francese. La spiaggia di Kourou, infatti, è nota in tutto il mondo per il suo particolarissimo colore che la rende unica nel suo genere. Questa inconsueta tonalità è una caratteristica dovuta all’olivina: un minerale di origine vulcanico che si forma con il contatto della lava con l’acqua. Decisamente uno spettacolo non da tutti i giorni. La spiaggia dei maiali  No, non è un bizzarro Photoshop. La spiaggia con i maiali esiste per davvero ed è nelle Bahamas!  DenominataLeggi altro →

viaggio in barca

Diciamoci la verità: preparare la valigia è sempre complicato! La sensazione di aver dimenticato qualcosa è sempre dietro l’angolo per non parlare poi di tutte gli accessori che ci portiamo dietro inutilmente e che occupano solo spazio. Ma quando si viaggia in barca a vela la parola d’ordine è “essenziale”. Le cose da portare sono poche ma indispensabili per non farci cogliere impreparati e garantirci una vacanza senza stress. E se non sai da dove partire, eccoti una lista di cose da non dimenticare. Evita il trolley La barca è piccola e molto probabilmente non sarai solo: insomma lo spazio che hai a disposizione è davvero limitato quindi opta per uno zaino o un borsone ripiegabile. Inoltre evita tutti i bagagli provvisti di ruote che in vista delle oscillazioni potrebbero dare fastidio durante la navigata. Indumenti Niente look da fashion blogger quando si viaggia in barca a vela. Gli indumenti devono essere pochi e indispensabili: mai dimenticare almeno una felpa a maniche lunghe anche quando si naviga d’estate, un paio di scarpe pulite per la barca e uno per scendere a terra, una cerata antipioggia e antivento, qualche ricambio leggero per il giorno, costume, cappello e occhiali da sole. Creme e saponi Prima di qualsiasi cosa metti in valigia la crema solare, un vero salvavita quando si parla di viaggi in mare. Per quanto riguarda saponi e shampoo, procurati sempre prodotti naturali e 100% biodegradabili e per deodoranti, trucchi eLeggi altro →