Sa Sartiglia a Oristano

Ciao Viaggiatori

Oggi vi racconto di un festa tradizionale sarda che quest’anno si terrà ad Oristano dal 3 al 5 marzo. Sto parlando di Sa Sartiglia, la giostra medievale più celebre della Sardegna. Più nello specifico si tratta di una corsa alla stella che riecheggia le tradizione medievale spagnola. Un tempo le giostre equestri venivano organizzate in città come Iglesias, Cagliari, Oristano e Sassari. La manifestazione si compone nello specifico di 3 momenti: la vestizione, la corsa alla stella e le pariglie. La prima fase si svolge presso la sede del Gremio che organizza la corsa, solitamente intorno a mezzogiorno. A precedere la corsa c’è un corteo dove vengono trasportate in alcune ceste delle vesti da is massaieddas e da sa massaia manna.

Nello stesso corteo sfilano i cavalieri, con in mano le armi e le spade. Uno dei momenti cruciali di questa prima fase è quando su Componidori (ovvero colui che è a capo della corsa), si veste e sale a cavallo. In questo momento questo personaggio rappresenta l’unione tra l’uomo e Dio e non potrà più scendere da cavallo fino al momento della svestizione. La seconda fase è la corsa vera a e propria alla stella. Qui i cavalieri devono cercare di centrare la stella e di non ridurre mai la velocità del galoppo. L’ultima fase si ha intorno alle 16.30 e sono le pariglie, ovvero delle acrobazie a cavallo. La manifestazione e molto seguita e sull’isola accorrono turisti e fotografi da ogni parte del mondo. 

Sa Sartiglia rappresenta anche un’opportunità per visitare la Sardegna e i luoghi limitrofi, magari a bordo di una barca a noleggio diYachtmaster.it. Nei prossimi paragrafi vedremo cosa visitare in Sardegnain occasione di Sa Sartiglia, e come raggiungerla a bordo di una barca a noleggio. 

Porti e imbarcazioni con le quali partire 

Se volete trascorrere un paio giorni in Sardegna per Sa Sartiglia, potrete raggiungere isola o con l’aereo e noleggiare direttamente una barca in loco. Oristano è facilmente raggiungibile partendo con una barca a noleggio di Yachtmaster.it dai porti di Sant’Antiaco e Portovesme, ma anche da quello di Cagliari. Visitare questo luogo sarà un modo per immergervi a pieno nella cultura sarda, assaporandone il dialetto, i profumi, la musica e soprattutto l’ottimo cibo. Per il periodo nel quale si svolgerà Sa Sartiglia sono tre in particolare i porti dove poter noleggiare una barca per circumnavigare l’isola: il porto di Cagliari dove al momento sono disponibili 2 imbarcazioni, il porto di Villasimius dove è possibile scegliere al momento tra altre 2 imbarcazioni. infine, nella stessa zona è possibile partire dal piccolo porto di Capitana con la barca a vela Beneteau Océanis 43

Sempre sulla costa ad est della Sardegna ma salendo di qualche centinaio di chilometri, troviamo il porto di Baunei. Qui è possibile noleggiare una barca con yachtmaster.it scegliendo tra: Beneteau Oceanis 40, una splendida barca a vela con 2 cabine che può ospitare un massimo di 4 persone a bordo. Oppure potrete partire a bordo di Bavaria Cruiser 39, una barca a vela con tre cabine e due bagni, perfetta per un massimo di sei passeggeri. Nella stessa zona è possibile partire dal piccolo porto di Arbatax con la barca a vela Beneteau Océanis 510.

Sa Sartiglia a Oristano
Sa Sartiglia a Oristano

E’ possibile noleggiare una barca al porto di Olbia, a Baja Sardinia o ad Arzachena, dove al momento ci sono 3 imbarcazioni disponibili. Spostandoci sulla costa ad ovest, in particolare alla Pelosa, troviamo il porto di Stintino, dove attualmente ci sono 2 imbarcazioni disponibili. Infine è possibile noleggiare una barca con yachtmaster.it anche dal porto di Sant’Antioco e patire a bordo di Italnautica Motorsailer Armato A KetchSa Sartiglia è un modo per vedere la Sardegna come non l’avete mai visitata, in totale libertà e in clima di festa a bordo di una splendida barca a noleggio

Cosa vedere in Sardegna in barca a vela

Da non perdere è Nora un’antica e piccolissima cittadina in provincia di Cagliari. Qui potrete ammirare degli storici nuraghi ed immergervi nella storia di questa terra. Un’altra tappa della quale non potete fare a meno è la Spiaggia rosa della Maddalena, una vera meraviglia della natura in provincia di Sassari. Sul promontorio di Capo Testa, nel comune di Santa Teresa Gallura, sorge la Valle della Luna. La zona si estende per 500 metri ed è un vero e proprio paradiso fermo agli anni ’60 tra comunità hippie e natura incontaminata. 

Circumnavigando l’isola non potete non fermarvi alle Dune di Piscinas dove sopravvivono i resti di vecchie miniere oggi abbandonate. Altra tappa obbligatoria sono le Saline di Cagliari e alla bella e poco conosciuta isola San Pietro con Carloforte.Sulla parte orientale dell’isola potrete fermavi in quelle che sono considerate le più belle calette sarde, come ad esempio Cala Luna. Qui è stato girato il film ‘Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare di agosto’. 

Nella parte nord non potete perdervi le famosissime Grotte di Nettuno.Mentre tra le spiagge del sud che rappresentano una tappa obbligatoria di un viaggio in Sardegna ci sono:  la spiaggia di Santa Giusta, col famoso Scoglio di Peppino, Cala Sinzias a Castiadas. O ancora Cala Pira e il Poetto di Cagliari. Famosissima e imperdibile anche la Costa Smeralda a nord est con spiagge da sogno come: Lu Impostu, il Pevero, la spiaggia del Principe e Liscia Ruja.

Comments

comments